Birra artigianale Made in Italy

La birra artigianale è la dimostrazione della fantasia italica.
Essa da prodotto non italiano è diventato, come Birra artigianale, uno dei prodotti più esportati.
La birra arigianale made in Italy è una delle più rinomate al mondo e si esporta anche nella patria della birra per eccellenza la Germania.
La rivoluzione della birra artigianale è uno dei più importanti fenomeni culturali degli ultimi quarant’anni in Italia e nel mondo.

La sua diffusione a livello internazionale ha permesso ad alcune nazioni come l’Italia, non tradizionalmente legate a questa bevanda, di conquistare l’attenzione del mercato mondiale .
Oggi accanto a storiche superpotenze come Germania, Regno Unito e Belgio, stanno fiorendo alcune realtà molto interessanti, capaci di accreditarsi nell’ambiente, in tempi relativamente brevi.
In questo senso l’Italia è giustamente considerata una delle nazioni emergenti più importanti in assoluto: in pochi anni è riuscita a ottenere il favore di tanti osservatori stranieri, grazie a una scena birraria molto vivace, e spesso in grado di non temere confronti in termini di qualità con i mostri sacri.

La birra stile italiano

L’elemento che ha caratterizzato sin dall’inizio la scena italiana è stata l’assenza di una tradizione brassicola alle spalle. Questa peculiarità – chiaramente comune a tutte le realtà emergenti – ha rappresentato un’arma a doppio taglio. Da una parte ha permesso ai birrai italiani di sperimentare con libertà, poiché non vincolati da antiche consuetudini produttive, magari consolidatesi nei secoli; dall’altra ha però richiesto una lunga fase di rodaggio, necessaria per acquisire le giuste competenze e potersi muovere con consapevolezza tra i vari stili birrari.

Per le ragioni espresse in precedenza, i birrai italiani sono considerati tra i più creativi al mondo. Questo aspetto ha permesso nel tempo lo sviluppo di alcuni filoni produttivi, che più volte sono stati proposti come veri e propri stili birrari di origine italiana.

Nei primi anni del movimento italiano, ad esempio, ebbero ampia diffusione le birre alle castagne. Praticamente ogni birrificio propose la sua versione, seguendo tecniche diverse: il frutto fu utilizzato come farina, in forma di caldarrosta, come miele di castagno o ancora intero essiccato. La moda durò qualche anno, poi rapidamente scemò in favore di stili più appetibili per il grande pubblico.

L’Italia è, dunque, una nazione birraria in forte ascesa e relativamente giovane. In poco più di venti anni è stata in grado di passare dal nulla brassicolo a una scena dinamica e intrigante, che affascina gli appassionati di tutto il mondo. Il futuro è più roseo che mai. ed è diventato anche la birra un vero e proprio made in Italy da copiare.

Read more

Main Menu