Artigianato e il made in Italy

L’artigiano italiano . In ognuno di noi c’è lo spirito artigiano che unisce l’arte e la praticità.
L’evoluzione del pensiero, dei costumi e delle conoscenze è assai rapida.
Se da un lato si assiste alla massificazione dei consumi e alla scomparsa delle ideologie, c’è anche la reazione di chi vuole esprimersi ancora ed esclusivamente attraverso la propria identità culturale ed aristica. È questa, in fondo, proprio la definizione di artigiano, un uomo libero la cui opera non deve necessariamente essere legata a schemi tradizionali o comunque usuali. Egli non è né deve essere solamente un continuatore di mode. Quando all’abilità si aggiunge l’inventiva, l’artigiano si proietterà nelle nuove direzioni e dimensioni dell’attività umana in qualsiasi campo.

Artigianato spirito libero

Se ci pensate è proprio questo lo spirito di ogni italiano : Artista libero e creativo.
In Italia tutti sanno questo detto : La migliore azienda è di numero dispari minore di tre . Perchè l’italiano è difficile imprigionarlo in una organizzazione. L’italiano è un uomo libero per natura e l’artigiano è la sua vocazione .

Poniamo il gelataio e il pasticciere, che possiedono doti di grande equilibrio estetico e senso della proporzione e del colore e le manifestano nelle loro opere scultoree e nelle loro rappresentazioni architettoniche perfette, anche se commestibili; oppure il ricercatore olografo, che ancora riesce a far progredire i suoi studi e le sue esperienze sul piano domestico, appunto artigianale, manipolando luce reale in real-fantastiche immagini tridimensionali; o ancora l’inventore di oggetti pratici, che riesce ad agevolare, con una trovata, la nostra vita di tutti i giorni; e chi, ideando giochi nuovi, provvede ad aggiungere gioia alla gioia dei bambini.
Senza dimenticare l’artigiano della penna, giornalista, disegnatore, vignettista e magari anche narratore, che sta sui confini dell’arte. «Il poeta -scrisse il Carducci – è un grande artiere…», e voleva dire certamente un grande artigiano.

Artigiano è arte pura
  •  Moda o fashion è l’emblema del made in Italy dove l’arte e la creatività può esprimere al meglio nel dare una forma di bellezza all’essere umano altrimenti nudo spesso insignificante.
    E forse l’abito stesso è nato per un bisogno estetico, perché altre giustificazioni, quali il riparo dalle intemperie, il pudore o altro, non convincono abbastanza. Ma l’abito è proprio un modo di dare all’artigiano la possibilità di creare e di mettere insieme bellezza, comodità e praticità. La moda è il made in Italy
  • Arredamento: parola che non definisce una sola arte, ma tutte quelle che concorrono, in stretta armonia, ad abbellire l’ambiente. Dopo i fasti dell’antichità, gli splendori veneziani settecenteschi, il ritorno del neoclassico, il liberty, il moderno, cosa è rimasto tra le mura in mezzo alle quali ci muoviamo? Nessuna di queste cose, e tutte quante insieme.
    Ecco l’artigianato rustico, ma anche moderno, manifestazione schietta di costume e folclore popolare. Sono modelli marinari, montani, contadini, che affondano nella nostra cultura millenaria.
Artigianato mestieri antichi
  • ceramica, vetro e affini. Coccio e vetro, figli del fuoco
    Il vasaio ha scritto la sua storia forgiando terra madre, ha lavorato nei secoli e come allora lavora nella quieta penombra domestica, spesso in una bottega millenaria nei piccoli paesi sparsi per l’Italia. Con movimenti lenti e misurati prende il pezzo d’argilla e lo pone sul tornio, lo stesso spinto dai garretti dei suoi avi, lo plasma, lo gonfia, vi incide cerchi e ne allarga la bocca, vi attacca infine i manici. Ecco che ne esce un oggetto unico nel suo genere che sia di ceramica o di vetro non fa differenza.
  • oreficeria e gioielleria . Fedeltà e sicurezza nella gioia
    Il gioiello è realizzato non per creare ricchezza ma per donare gioia.
    Gioiello in realtà è qualsiasi oggetto prezioso creato dall’uomo, sia anello, collare, bracciale o altro, la cui preziosità e rarità, peraltro, può essere dissociata dal valore intrinseco, riferendosi esclusivamente all’apporto artigianale artistico. Ecco la ragione per cui questo filone di puro artigianato in Italia è inestinguibile ed esisterà finché vi sarà vita in terra d’Italia.
Artigianato mestieri intramontabili
  • il ferro compagno di viaggio generoso: anche se la prima sua brutale utilizzazione è stata quella delle armi e l’istituzione di una vera civiltà di guerra. Il ferro, per la sua tenacia e malleabilità ha dato fin dalle origini innumerevoli servigi all’uomo. L’arte fabbrile che ne è nata ha avuto la sua prima grande incarnazione estetica con la comparsa delle grandi cancellate in ferro battuto ed ha toccato il suo apice nel periodo barocco.
    Oggi tanti artigiani sparsi in Italia si dilettano in questa arte.
  • Pelletteria e cuoio è qualcosa che rende l’artigiano italiano più realizzato.
    Riguardo ai prodotti classici, rilegatoria e accessori, è bello constatare che i centri odierni di produzione artigianale corrispondono geograficamente ai tradizionali, già ben storicamente localizzati fin dal XVI secolo.La Toscana in primis.  Quanto all’ultimo arrivato tra i capi della pelletteria classica, la borsa per signora, non suoni offesa la sua diretta ascendenza: la bisaccia in cuoio da sella, destinata a contenere gli oggetti d’uso per governare il cavallo altro non era, in fondo, che il corrispondente dell’astuccio attrezzi della nostra auto.
Artigianato è la nostra storia
  • Restauro antico e bello :
    Giorgio Vasari, pittore, architetto e storico, si era violentemente scagliato contro ogni tipo di restauro, salvo poi eseguirne egli stesso alcuni. Al dilemma, spesso dibattuto e originato anche da numerosi lavori imperfettamente eseguiti, pose fine il trionfante concetto: meglio restaurato che definitivamente perduto. Si trattava, allora, esclusivamente di restauri pittorici e statuari.
    Famiglia preziosa e indispensabile oggi più che mai, data l’urgente necessità di mantenere integro il nostro patrimonio artistico, che non si limita, come erroneamente si può pensare, al contenuto dei musei, ma si estende a tutto il tessuto sociale della nazione italica e soprattutto all’artigianato.

Si può dire che l’artigianato è la spina dorsale dell’Italia e del made in Italy.
Non esiste regione in Italia che non ha un suo artigianato come storia e cultura, particolarità e peculiarità.

Read more

Main Menu