TERRECOTTE e il MADE IN ITALY

Le terrecotte è l’emblema dell’artigianato italiano.
La terracotta italiana e specialmente quella toscana è famosa in tutto il mondo sia per i pavimenti in cotto che per i complementi d’arredo e da giardino e non solo questo.

Cos’ha di speciale la terracotta di Impruneta o made in Italy ? Alla base di tutto c’è la terra. Un terreno geologicamente speciale da cui si estrae un’argilla con una composizione chimica particolarmente resistente alle basse temperature e duratura. Un vaso di terracotta dell’Impruneta è praticamente indistruttibile, oltre che bello esteticamente.

L’argilla si estrae solo dalle cave. Una volta estratta, viene setacciata per togliere tutti i sassolini e renderla più pura possibile e successivamente macinata e ridotta in polvere.

Terrecotte la lavorazione

Quindi viene impastata semplicemente con acqua e dopo circa 20 minuti ecco che l’argilla col suo tipico colore grigio scuro è pronta per essere lavorata. L’argilla toscana e specialmente quella di Impruneta ha una grana grossa, non è liscia al tatto. Essa è più difficile da modellare ma l’effetto grezzo che crea sul vaso è una caratteristica unica.
Una buona argilla non sarebbe nulla se non passasse dalle mani di sapienti artigiani capaci di lavorarla, decorarla, valorizzarla e cuocerla al punto giusto all’interno delle fornaci.

La lavorazione dell’argilla è effettuata rigorosamente a mano col metodo a colombino. Il fornacino mette dei “bachi” di argilla a salire intorno alla circonferenza del vaso oppure sull’esterno di uno stampo da cui prenderà forma il vaso.

Altri metodi di lavorazione sono con il tornio, dove sapienti mani sanno dare la forma perfetta all’oggetto. Oppure con i calchi in gesso dentro cui viene messa l’argilla e modellata nel giusto spessore. Si aspetta anche un giorno finché non sia ben asciutta e poi si stacca dallo stampo.

Una volta pronto, l’oggetto in argilla viene eventualmente decorato, fatto essiccare all’aria e, una volta asciutto, viene cotto all’interno di grandi forni. Oggi alimentati con gas metano. Ci vogliono circa 24 ore per raggiungere i 1000 gradi necessari per la cottura e altrettanti per far scendere la temperatura. Una volta estratti dai forni, il manufatto in terracotta, ormai diventato del tipico colore rosso, deve essere raffreddato bagnandolo di continuo.

Main Menu