Pizzaiolo con forno in terracota professionale

Un forno in terracotta dopo l’acquisto dev’essere messo in opera

Il processo di messa in opera dei forni in terracotta refrattaria è piuttosto semplice, ma dev’essere effettuata con cura: di seguito si riporta a grandi linee il procedimento da seguire.

La singolare caratteristica costruttiva dei nostri forni (argilla formata a mano su stampi, poi cotta a circa 1000 °C) determina variazioni dimensionali dei singoli componenti del forno; pertanto occorre una particolare cura nell’accoppiamento di tali componenti, in particolare del piano di lavoro del forno che deve risultare quanto più complanare possibile.

Si possono acquistare tutti i componenti refrattari del modello di forno che si desidera e questi arrivano al cliente con il manuale di istruzione.
Per la messa in opera si consiglia di leggere il libretto o manuale di istruzione.

Per qualsiasi problema o per avere delucidazioni si consiglia di contattare il servizio post vendita.

FASE 01

Vogliamo darvi alcune regole per impostare correttamente i lavori necessari alla messa in opera dei nostri forni.
La cappa di aspirazione fumi in dotazione ai nostri forni è predisposta per accogliere tubi metallici (acciaio inox) a sezione circolare con diametro di 20 cm (o 15 cm, a seconda del modello) e pertanto tutta la tubazione fino all’uscita dal comignolo dovrebbe essere realizzata con le suddette caratteristiche.

Il nostro forno rappresenta il nucleo di una costruzione a cui servono alcuni elementi aggiuntivi per dirsi completa, tra cui in particolare un riparo dagli agenti atmosferici in caso di forni da esterno per garantirne un ottimo isolamento termico.

Forni in terracota di impruneta componenti
Costruzione forni in terrecotte d'impruneta

FASE 02

  • Occorre costruire il piano d’appoggio, propedeutico al montaggio del forno. Il suddetto “piano di costruzione” deve essere atto a sostenere il peso del forno, dell’isolante e della relativa finitura complessiva. Questo lo si può realizzare in vari modi, in muratura o con una struttura metallica, in entrambi i casi occorre valutare se, dove intendiamo collocare il forno, ci siano le caratteristiche idonee a sostenere il peso della realizzazione di tutta la struttura.
  • 1 Realizzare due appoggi in muratura
  • 2 Realizzare una soletta portante in calcestruzzo
  • 3 Realizzare un piano in pannelli di cemento cellulare leggero (gasbeton) o in calcestruzzo alleggerito a base di argilla espansa o vermiculite
  • 4 Collocare in modo provvisorio il piano del forno sul piano di costruzione
  • 5 Comporre la cupola senza murare
  • 6 Completare il montaggio con tutti i pezzi

FASE 03-04

Come illustrato nella figura a latere, dopo la base si costruisce il forno interamente con tutte le sue componenti, cementando il tutto e facendolo essiccare.

 

 

FASE 05-06

Nelle fasi successive, si coibenta il forno con materiale isolante per impedire la dispersione del calore.

Forni in terracotta fasi di messa in opera
Forni in terracotta fase finale messa in opera

FASE 07

Rifinitura della coibentazione e della parte esterna del forno.

FASE 07

Immagine operativa per la coibentazione del forno.

orni in terracotta fase finale messa in opera

Forno in terracotta di Impruneta operativo

Forno OPERATIVO

Finalmente ci possiamo gustare le pizze con i nostri amici!

Forno in terracotta da giardino
Forno in terracotta da veranda

Carrello

No products in the cart.